Per un’illuminazione di qualità e sostenibile dei siti industriali e logistici

Illuminazione per industria e logistica: un tema di grande rilevanza per Elettroveneta.

Il continuo sviluppo industriale e logistico, in risposta all’attuale contesto economico, richiede alle imprese un costante aggiornamento dei processi e delle tecnologie produttive.

Non solo l’industria di produzione, ma anche i nuovi servizi logistici sono chiamati a rispondere a nuove esigenze con una forte attenzione alla sostenibilità energetica e ai costi energetici di esercizio.

In questo nuovo contesto operativo, l’illuminazione dei siti produttivi e logistici riveste un ruolo sempre più importante perché impatta direttamente sull’attività lavorativa.

Un’illuminazione sostenibile e qualitativamente efficace, in grado di ridurre i costi energetici e di manutenzione, è il modello di riferimento necessario per le aziende: dall’industria all’artigianato.

Sono molti gli aspetti da considerare per ottenere un’illuminazione soddisfacente non solo in senso quantitativo, ma anche qualitativo per aumentare sicurezza, produttività e sostenibilità energetica.  

Ecco di seguito le linee guida per un’illuminazione di qualità ed efficiente dei nuovi impianti illuminotecnici o per l’ammodernamento di quelli esistenti.

Qualità ed utilizzo dell’illuminazione per industria e logistica

Conoscere dettagliatamente le diverse attività e lavorazioni che si svolgono all’interno del sito produttivo è fondamentale per individuare la giusta quantità e qualità di illuminazione. Ogni azienda, industriale o artigianale, ha specifiche esigenze che talvolta si differenziano all’interno dello stesso ambiente, è quindi necessario studiare una soluzione ad hoc in grado di rispondere alle diverse esigenze.

Soddisfare la normativa per l’illuminazione dei posti di lavoro interni UNI-EN 12464-1 rappresenta il punto di partenza essenziale per determinare quantità e comfort visivo necessario, ma vi sono anche altri aspetti da considerare per progettare e realizzare un’illuminazione di qualità in un’ambiente industriale o logistico.

Non solo le caratteristiche architettoniche e dimensionali del luogo da illuminare influenzano la scelta del tipo di illuminazione ma vi sono altri fattori, strettamente connessi alle caratteristiche dell’attività produttiva, da considerare. Ambienti umidi o con sporcizia suggeriscono l’utilizzo di corpi illuminati stagni; atmosfere oleose o con vapori chimici richiedono invece un’attenta analisi dei materiali che compongono i corpi illuminanti che devono essere tali da resistere alle sostanze in circolazione. Inoltre, è opportuno ricordare che le temperature ambientali, talvolta condizionate dalle stesse lavorazioni svolte all’interno degli stabilimenti produttivi, hanno un impatto sulla componentistica elettronica del corpo illuminante.

Una buona illuminazione parte dalla scelta del corpo illuminante adatto all’ambiente di utilizzo e che offra una performance illuminotecniche in grado di garantire confort visivo ed efficienza energetica.

 

 

Efficienza energetica e illuminazione

Un giusto impianto di illuminazione si pone come obiettivo il comfort visivo, ma è anche un impianto efficiente da realizzare attraverso un controllo attento dei costi energetici di esercizio. Questo approccio quantitativo e qualitativo è valido sia per la realizzazione dei nuovi impianti, sia per la ristrutturazione di impianti esistenti.

Oggi, lo sviluppo della tecnologia led è in grado di offrire nuovi corpi illuminati con un’efficienza energetica impensabile in passato, parametro che si esprime nel rapporto flusso luminoso (Lumen Lm) / Energia elettrica impiegata (Watt W).  

Molti siti industriali costruiti 15-20 anni fa necessitano ora di una ristrutturazione dell’impianto illuminotecnico; questo può avvenire con la sostituzione dell’illuminazione tradizionale, non più adeguato ed energivoro, con l’installazione di moderni corpi illuminati con tecnologia led, in grado di produrre un consistente risparmio energetico mantenendo le prestazioni illuminotecniche.

Inoltre, se alla sostituzione dei corpi illuminati si abbina anche un impianto per la gestione della luminosità otteniamo un impianto più confortevole e soprattutto ancora più efficiente derivante dalla combinazione dinamica della fruizione dell’impianto o dell’integrazione della luce naturale e artificiale.    

     

Manutenzione e affidabilità dell'illuminazione nei siti produttivi e logistici

Nei siti produttivi la manutenzione è spesso complicata e costosa: la presenza di corpi illuminati installati ad altezze difficili da raggiungere con eventuale blocco delle attività produttive costituisce un danno per la produzione.

Utilizzare apparecchi con sorgenti led riduce notevolmente la necessità di manutenzione rispetto alle lampade tradizionali utilizzate in passato. Non tutti i corpi illuminanti led però hanno pari caratteristiche in termini di durata e aspettativa di vita. Il led diminuisce gradualmente il flusso iniziale per decadimento fino all’esaurimento dopo un lungo periodo.

Conoscere la durata di vita utile connessa con la percentuale di decadimento del flusso luminoso rappresenta un parametro importante da valutare in fase di scelta.

Questo si può comprendere considerando due parametri: la prima è la durata di vita utile, che è indicata dalla percentuale di decadimento del flusso luminoso (indice L); il secondo parametro, legato l’aspettativa di vita dei componenti, è espresso dall’indice B che indica la percentuale di componenti che raggiunte le ore di funzionamento non mantengono le caratteristiche di flusso dichiarate.  

Quindi ad esempio due corpi illuminati diversi messi a confronto per durata e aspettativa di vita possono avere i seguenti dati:

  • 50.000 h L80 B50 raggiunte le 50.000 h di funzionamento, il 50% dei led fornisce ancora il flusso pari al 80% del flusso iniziale.
  • 50.000 h L80 B10 raggiunte le 50.000 h di funzionamento, il 90% dei led fornisce ancora il flusso pari al 80% del flusso iniziale 

 

Quindi per la realizzazione di un buon impianto di illuminazione bisogna tener conto dei seguenti fondamentali aspetti:

  1. Utilizzo degli spazi e relative norme illuminotecniche per il confort visivo
  2. Efficienza energetica
  3. Durata e bassa manutenzione

 

Alla luce di queste considerazioni, Elettroveneta realtà attiva nella distribuzione di materiale elettrico ha sviluppato specifiche competenze nel settore illuminotecnico.

Grazie al costante contatto con le principali aziende produttrici di corpi illuminanti professionali Elettroveneta dispone oggi della competenza necessaria per assistere progettisti, installatori e committenti nella scelta della soluzione più adeguata.

Una competenza fatta di esperienza, nata dal confronto con diverse realtà ed esigenze, e dalla conoscenza concreta di diversi prodotti nelle loro applicazioni, in grado di soddisfare gli obiettivi di illuminazione di ogni azienda produttiva o logistica.      

 

 

Autore: Claudio Schiavon, responsabile mercato specialistico illuminazione Elettroveneta SpA

ELETTROVENETA SPA – Società Unipersonale - Sede: Padova Viale della Navigazione Interna, 48 - 35129 Padova - Tel. 049.8280811
Capitale Sociale int.vers. € 520.000 - P. IVA CEE IT 00184820280 R.E.A. PD n. 248977 – Registro Imprese di Padova n. 44121bis
www.elettroveneta.it - info@elettroveneta.it- PEC elettroveneta@pec.elettroveneta.it